giovedì, il 26 novembre 2020

Antonella Piacente, stagista


1. Che cosa l'ha portato in Lettonia?

Un tirocinio "Leonardo da Vinci" presso l'organizzazione RED.

2. Quali sono per lei le parole "chiave" della Lettonia e dell’Italia?

Lettonia: natura, patriottismo, freddo, hockey.
Italia: cucina, cultura, cordialità, calcio.

3. Quali sono le parole che le piacciono in lettone?

Piens, pils, dzirnavs, pietura, suns.

4. Che cosa i lettoni e gli italiani hanno in comune?

Si tifa allo stesso modo per la propria squadra, solo che in Italia è una squadra di calcio, in Lettonia di hockey.

5. Che cosa della Lettonia le mancherà di più quando ritornerà in Italia?

Il verde dei boschi, il ristorante Lido, il colore del cielo la sera.

6. Ultimo libro che ha letto in italiano? Quali sono i libri da leggere?

L'ultimo libro che ho letto in Italiano è "Italiani, brava gente?" di Angelo Del Boca. I libri di autori italiani che consiglio sono: tutti quelli di Buzzati, le poesie di Montale, "Il nome della rosa" di Eco, I racconti di Calvino, le novelle di Pirandello...

7. Quale canzone le fa pensare dell’Italia?

"Ad esempio a me piace il Sud", di Rino Gaetano.

8. È appassionato di calcio? Per quale squadra tifa?

Sono molto appassionata di calcio, e tifo per la Juventus.

9. Dove si mangia la pizza più buona in Lettonia?

Non ho mai comprato la pizza durante la mia permanenza in Lettonia, quando ne avevo voglia la preparavo io stessa.

10. Quali luoghi consiglierebbe ad un turista lettone che vuole conoscere l'Italia?

La Toscana, Roma, Napoli, la Romagna.

11. Quali luoghi / cibi consiglierebbe ad un turista italiano che vuole conoscere la Lettonia?

Rīga, Jūrmala, Sigulda.

12. Che consigli darebbe agli studenti d’italiano in Lettonia?

Consiglio di leggere molti libri, ascoltare musica italiana e guardare film italiani.