giovedì, il 26 novembre 2020

Antonio Liaci, sinologo, giornalista ed insegnante d’italiano


1. Che cosa l'ha portato in Lettonia?

L'amore.

2. Quali sono per lei le parole "chiave" della Lettonia e dell’Italia?

Per la Lettonia: verdem laghi, eleganza delle donne;
per l'Italia; calore, cibo, famiglia, varietà.

3. Quali sono le parole che le piacciono in lettone?

Apmēram, labprāt, nu, biezpiena sieriņš, dzelzceļš, smiltsērkšķi.

4. Che cosa i lettoni e gli italiani hanno in comune?

Troppo difficile rispondere.

5. Che cosa della Lettonia le mancherà di più quando ritornerà in Italia?

Mi mancherà il ritmo di vita, il cibo e l'estate.

6. Ultimo libro che ha letto in italiano? Quali sono i libri da leggere?

L'ultimo libro che ho letto in italiano e' "Il sogno della camera rossa" uno dei classici cinesi più famosi.

7. Quale canzone le fa pensare dell’Italia?

Nel blu dipinto di blu - Domenico Modugno.

8. È appassionato di calcio? Per quale squadra tifa?

Non sono molto appassionato di calcio, ma simpatizzo per l'Inter.

9. Dove si mangia la pizza più buona in Lettonia?

Di solito la pizza la faccio in casa, non sono ancora andato a mangiarla fluori.

10. Quali luoghi consiglierebbe ad un turista lettone che vuole conoscere l'Italia?

Nel NORD la regione Veneto (Venezia, Verona, Vicenza, Padova), al CENTRO la Capitale, Assisi, Orvieto, al SUD qualcosa che non sia la solita Sicilia o Campania... spingetevi piu' giu' venite in Salento!

11. Quali luoghi / cibi consiglierebbe ad un turista italiano che vuole conoscere la Lettonia?

Consiglierei di affittare una macchina e visitare tutte le città principali che si trovano sui confini, facendo qualche deviazione nell'entroterra. Come cibi, consiglio le zuppe e le gratinature di pesce e carne, oltre ai kartupeļu pankūkas.

12. Che consigli darebbe agli studenti d’italiano in Lettonia?

Studiare bene la grammatica in un primo momento ed applicarla con i lettori di italiano in classe.